ULTIMI AGGIORNAMENTI

 A seguito dell\'entrata in vigore del Contratto Collettivo Provinciale del Lavoro del 15/11/2021 di seguito documentazione EVR con decorrenza 1 novembre 2021e link per le tabelle paga e malattia / infortunioTABELLE PAGA MALATTIA / INFORTUNIO IMPORTI...
 Circolare_Mal_Inf_Industria_2003_01.pdf Tabella_Mal_Inf_Industria_2003_01.pdf Circolare_Mal_Inf_Industria_2003_09_12.pdf  Tabella_Mal_Inf_Industria_2003_09_11.pdf Tabella_Mal_Inf_Industria_2003_12.pdf Circolare_Mal_Inf_Industria_2004_04_IVC.p...
 Importi EVR Industria 2021-11 e modelli autodichiarazione   TABELLE PAGA INDUSTRIA E ARTIGIANATO 2009 TABELLE PAGA INDUSTRIA E ARTIGIANATO 2010 TABELLE PAGA INDUSTRIA E ARTIGIANATO 2011 TABELLE PAGA INDUSTRIA E ARTIGIANATO 2012 (Gennaio) TAB...
 Il Portale Unico Zucchetti è la nuova funzionalità di accesso unificato MUT che consente ai consulenti del lavoro (in nome e per conto delle imprese che rappresentano) e/o imprese iscritte su più casse edili di poter accedere alla piattaforma We...
 Aggiornamenti del nostro sito internet - EVR ASTI INDUSTRIA 2021-11- CHIUSURA UFFICI FESTIVITA\'- FAQ CONGRUITA CNCE COM. 803 17 DICEMBRE 2021- MANUTENZIONE INAIL DURC ON-LINE 15/16 DICEMBRE- REGIME FISCALE CONTRIBUTI VERSATI A SANEDIL  2021- E...
A seguito dell\'entrata in vigore del Contratto Collettivo Provinciale del Lavoro del 15/11/2021 di seguito documentazione EVR con decorrenza 1 novembre 2021e link per le tabelle paga e malattia / infortunioTABELLE PAGA:http://www.cassaedile.asti....
  Simulatore di CongruitàAccordo Parti Sociali Nazionali del 10 settembre 2020 - CongruitàBrouchure Zucchetti Osservatorio CantieriComunicazione n. 782/2021- Decreto congruità della manodopera nei lavori ediliDecreto del Ministro del Lavoro e d...
   FAQ CNCE COM. 798 DEL 10 NOVEMBRE 2021 - Congruità  FAQ CNCE COM. 803 DEL 17 DICEMBRE 2021 - Congruità Gestione cantieriI cantieri situati in province differenti da quelle di competenza della  Cassa non possono essere inseriti sul sistem...
 Facendo seguito alla Comunicazione CNCE n. 798 del 10 novembre u.s, ad integrazione delle FAQ ivi allegate, si allegano alla presente ulteriori FAQ tecnico/operative riguardanti la congruità della manodopera in edilizia di cui al DM n. 143/2021 av...
 Si informa, con la presente, che il Fondo SANEDIL ha ottenuto in data 23 ottobre 2021 la certificazione dell’iscrizione all’Anagrafe dei Fondi del Ministero della Salute, con Protocollo n. 0021502-23/10/2021-DGPROGS-DGPROGS-UFF02-P (allegata)...

Verifica quanti soldi hai già accumulato sul tuo conto Prevedi, cliccando su www.prevedi.it e poi su “Accedi al Tuo Fondo Pensione”.

Per avere ulteriori contributi dal tuo datore di lavoro sul tuo conto Prevedi sottoscrivi il modulo di adesione esplicita.

Per ulteriori informazioni rivolgiti alla Cassa Edile, consulta il sito web www.prevedi.it, chiama il numero verde 800999978 o scrivi all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 
 
prevedi logoIn attuazione dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro CCNL edili industria e CCNL edili artigianato, nonché del protocollo del 9 aprile 2001 modificato dal protocollo del 3 ottobre 2001, è stato costituito il Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini denominato PREVEDI. Secondo quanto previsto dal Decreto legislativo 21 Aprile 1993 n.124 e successive modificazioni ed integrazioni, il Fondo ha lo scopo esclusivo di erogare agli aventi diritto trattamenti pensionistici complementari del sistema obbligatorio pubblico, al fine di assicurare agli stessi un più elevato livello di copertura previdenziale. Il Fondo non ha fini di lucro ed opera secondo criteri di corrispettività mediante il sistema di gestione finanziaria a capitalizzazione in regime di contribuzione definita.
Sono destinatari del Fondo i lavoratori operai, impiegati e quadri assunti a tempo indeterminato, in contratto di apprendistato, in contratto di formazione e lavoro che abbiano superato il periodo di prova, nonché i lavoratori assunti a tempo determinato per un periodo uguale o superiore a tre mesi, ai quali si applicano i menzionati contratti collettivi nazionali di lavoro.
I contributi al Fondo PREVEDI sono così ripartiti:
- 1% della retribuzione a carico dell’Impresa;
- 1% della retribuzione a carico del lavoratore;
- 18% dell’accantonamento T.F.R. per i lavoratori di prima occupazione anteriore al 28/04/1993;
- 100% dell’accantonamento T.F.R. per i lavoratori di prima occupazione successiva al 28/04/1993;
Vi segnaliamo che, a seguito dell’evoluzione della normativa in materia di previdenza integrativa e delle conseguenti indicazioni della Commissione di Vigilanza, le Parti Sociali firmatarie dei CCNL Edili-industria e Edili-artigianato hanno uniformato le percentuali di conferimento del TFR al Fondo Prevedi, indipendentemente dall’anzianità occupazionale del lavoratore.
Pertanto tutti i lavoratori possono scegliere liberamente tra le seguenti percentuali alternative di conferimento del TFR a Prevedi:
0%   oppure   18%   oppure   100%,  sia in aumento che in diminuzione.

 

- eventuali versamenti volontari del lavoratore.
Per il lavoratore è prevista la deducibilità fiscale del contributo, che si realizza attraverso la riduzione dell’Irpef pari all’aliquota marginale di riferimento del reddito con il limite massimo di Euro 5.164 fino al 12% del reddito o al doppio del T.F.R. versato.
Per l’Impresa, la contribuzione del 1% a suo carico è gravata del solo contributo di solidarietà del 10% ed è un costo fiscalmente detraibile. Il T.F.R. versato al Fondo per conto del lavoratore non viene tassato per tutto il periodo di permanenza nel Fondo stesso.
Al pensionamento, il lavoratore che ha aderito al Fondo ha diritto a percepire una rendita vitalizia (reversibile, a richiesta) a valere sull’intero ammontare dell’accantonato, oppure a ritirare parte del montante accumulato (per un massimo del 50%) e chiedere, per la parte rimanente, una rendita vitalizia.
Il lavoratore iscritto al Fondo da almeno otto anni può richiedere un’anticipazione su quanto accantonato per spese mediche straordinarie oppure ai fini dell’acquisto della prima casa per sé o per i figli oppure per la ristrutturazione della prima casa di abitazione.
Permane il diritto, a determinate condizioni, di trasferire la propria posizione individuale presso altro Fondo Pensione o forma pensionistica individuale, nonché il diritto a riscattare l’intero montante maturato presso il Fondo nel caso di perdita dei requisiti di partecipazione.
Per aderire a PREVEDI i lavoratori possono rivolgersi alla Cassa Edile, alle organizzazioni che hanno promosso il Fondo (firmatarie dei menzionati CCNL), all’Azienda o alla sede di PREVEDI.

Per ulteriori informazioni e modulistica di adesione, consultare, inoltre, il sito www.prevedi.it.

 

 Per tutta la modulistica, rimandiamo al sito istituzionale del Prevedi.

 

 

 

EDILI NEWS

VISITATORI

Oggi 316

Ieri 376

Questa settimana 692

Questo mese 9129

Totale 254883

Kubik-Rubik Joomla! Extensions